Cassius
Community

Il Nuovo Latino a Colori 1 - pag. 284 n. 10 →

Il Nuovo Latino a Colori 1

Pagina numero: 284

Esercizio numero: 10

1. Nerone spedì una lettera al senato senza nulla confessare della strage di Silla e di Plauto.
2. In quell’uomo ci fu intelletto, raziocinio, memoria, erudizione, sollecitudine, riflessione, scrupolosità; preparatosi a regnare per molti anni, con grossa fatica e con grossi rischi aveva portato a compimento ciò che aveva progettato.
3. L’ammiraglio della flotta romana C. Livio, saccheggiata senza fermarsi l’isola di Zacinto, si dirige a Malea e, godendo di una navigazione favorevole, arriva rapidamente al Pireo, alla vecchia flotta.
4. Gli abitanti della città sostennero il primo assalto dei nemici; quindi, diffidando della difesa della città, si ritirarono tutti quanti insieme sulla rocca.
5. Cesare, partito alla mezzanotte in silenzio, arrivò di mattina all’accampamento dei nemici.
6. Augusto non parlò mai, se non con un discorso ponderato e costruito ad arte, né in senato, né presso il popolo, né presso i soldati.
7. Cesare, trattenutosi per lungo tempo ad Avarico e procuratasi lì una grandissima quantità di grano e del rimanente approvvigionamento, rinfrancò l’esercito dalla fatica e dalla mancanza di viveri.
8. Pressoché tutto l’esercito fuggì ad Allia; consegnò le armi al nemico, non tentando nemmeno il combattimento presso le Forche Caudine.
9. Tiberio, dopo aver conseguito il potere imperiale, si trattenne a Roma per un biennio ininterrotto.
10. Il propretore Cn. Ottavio, oltre al grano, trasportato dai campi depredati da ogni parte attorno, e alle vettovaglie, portate dalla Sicilia e dall’Italia, trasportò dalla Sardegna un’enorme quantità di grano, da parte del pretore Ti. Claudio.
11. Tiberio compose versi greci, emulando Euforione, Riano e Partenio, poeti dei quali era assai appassionato, ed espose le opere e i ritratti di tutti (loro) nelle pubbliche biblioteche, tra gli scrittori antichi e insigni.
12. Col permesso del console, il tiranno andò nell’accampamento, decorato ed accompagnato a malapena, alla maniera di un privato cittadino modestamente abbiente.
13. I nostri conducono fuori dal porto le navi, si scontrano con i Marsigliesi. I Marsigliesi, confidando tanto nella velocità delle navi quanto nell’abilità dei timonieri, evitavano i nostri.
14. Scesi nelle campagne i Liguri, devastato il territorio modenese, conquistarono la colonia con un improvviso assalto.

Pag. 284 n. 10

→ Nero ad senatum litteras misit de caede Sullae Plautique haud confessus …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Il Nuovo Latino a Colori 1