Cassius
Community

Lectio Levis 1 - pag. 100 n. 36 → Nettuno

Lectio Levis 1

Pagina numero: 100

Versione numero: 36

Nettuno

Nettuno, dio dell’Oceano e delle acque, domina i venti e le tempeste; quando visita il suo regno sulla veloce carrozza, allora dei cavalli bianchi trasportano il dio per l’ondoso mare. Nettuno impartisce gli ordini non per mezzo di uno scettro divino, ma con un tridente da pesca: non appena il dio scuote il tridente, le tempeste si calmano, il mare si mostra piatto e placido. Talvolta Nettuno scende anche sulla terra; ha care le città marittime e le genti di mare: ora si trova ad Atene, ora lascia la bella Atene e arriva a Corinto, ora si allontana da Corinto e si dirige ad Efeso oppure alle luminose coste dell’Asia. Qui ci sono città colme di ricchezza, e splendide piazze. Nettuno non si mostra mai ai popoli, ma i popoli sono turbati per l’occulta e misteriosa prossimità del dio; davanti agli altari e ai templi di Nettuno, gli uomini e le donne pregano così: “O figlio di Rea e di Saturno, trattieni i venti, scaccia le tempeste, proteggi i naviganti nei pericoli, mostra la giusta rotta attraverso le tenebre”. Nettuno, lieto, esaudisce.

Pag. 100 n. 36

→ Neptunus, Oceani et aquarum deus, ventis et procellis imperat; cum regnum …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Lectio Levis 1