Cassius
Community

Esercizio | pag. 262 n. 6 a →

Lingua e Cultura Latina 2

Pagina numero: 262

Esercizio numero: 6 a

1. Affinché i soldati sparpagliati non venissero catturati dai nemici, i consoli ordinarono che nessuno combattesse al di fuori dello schieramento.
2. Chi altri, all’infuori di te, governa forse tutta la casa?
3. Se qualcuno crede che donare sia una cosa facile, sbaglia.
4. Qualcuno dirà: Da dove ti sono note queste cose?
5. In questa circostanza le tue parole ci offrono un po’ di conforto.
6. Appena queste cose furono riferite a Marcello, il console, prima che nella città di Nola avesse inizio qualche tumulto, stabilì di tentare la sorte della battaglia contro i Cartaginesi.
7. Certi uomini sono ingenui, certi sono incuranti; a certi la menzogna si avvicina strisciando, a certi essa piace; i primi non la evitano, i secondi la desiderano.
8. Ad Efeso c’era una certa matrona dalla singolare virtù.
9. Attaccherete insieme e ciascuno farà ciò che ha imparato e che si è abituato a fare: voi vincerete ed essi fuggiranno.
10. Che in un favore ciascuno tenga conto del momento, del luogo e della persona.
11. La posterità attribuisce a ciascuno la propria dignità.
12. A te l’Asia è nota come a ciascuno è nota la propria casa.
13. L’animo conseguì tutte le cose che comandò a sé stesso.
14. L’uomo onesto non nuoce mai a nessuno.
15. Geronimo giudica che il bene più grande è vivere senza fastidio alcuno.
16. La capacità di sopportare è la medicina per qualsiasi dolore.

Pag. 262 n. 6 a

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Lingua e Cultura Latina 2