Cassius
Community

Narrant rerum scriptores cum Alexander iter suscepturus esset …

La Lingua delle Radici 1

Pagina numero: 235

Versione numero: 1

Contatti di Alessandro con i popoli indiani

Narrano gli storici che, quando Alessandro era in procinto di mettersi in marcia, gli ambasciatori degli Indiani si avvicinarono all’accampamento dei Macedoni con numerosi doni. Dopo che giunsero al cospetto del re, offrirono ostaggi, carri, cavalli, vesti di porpora, scudi indiani, leoni di straordinaria grandezza e tigri, con l’intenzione di affidare alla protezione e alla tutela di Alessandro una libertà inviolata per tante epoche. Il re accolse loro e i loro popoli che si erano arresi sotto la sua protezione; in seguito ordinò che una parte delle truppe fosse condotta al fiume attraverso il quale aveva intenzione di navigare. Egli invece fu condotto da una corrente favorevole nel territorio dei Malli con i restanti soldati. Da qui si diresse verso il territorio dei Sabarchi. Gli uomini che si trovavano nei campi vicino al fiume, scorgendo l’intera truppa stipata nelle imbarcazioni e le armi splendenti di così tanti soldati, terrorizzati dalla visione inconsueta, fuggirono. Immediatamente furono mandati ambasciatori per consegnare il popolo.

Versione tratta da: Curzio Rufo

Pag. 235 n. 1

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di La Lingua delle Radici 1