Cassius
Community

Narrant Aeneam dea Venere natum esse. Mos erat Romae lictores cum fascis et securibus consulem semper …

Il Nuovo Expedite 2

Pagina numero: 128

Esercizio numero: 18 a

1. Raccontano che Enea sia nato dalla dea Venere.

2. A Roma era costume che i littori, con i fasci e le asce, accompagnassero sempre il console.

3. Si dice che Alessandro Magno ammirò fortemente il valore di Achille e si sforzò di emulare le imprese di quello.

4. Socrate disse ai suoi giudici di ritenere di non meritare nessun castigo.

5. Chi non conosce quel famoso detto del poeta Orazio: “E’ cosa dolce e un onore morire per la patria”.

6. Raccontano che Annibale da bambino promise al padre Asdrubale che non avrebbe mai smesso di odiare i Romani.

7. Nelle antiche storiografie leggiamo che alcune città grandi e ricche andarono in rovina per un funesto terremoto.

8. Il console disse in senato che con le sue legioni avrebbe attaccato il territorio dei nemici e avrebbe saccheggiato i loro campi.

9. Insieme a Leonida, re degli Spartani, vennero inviati soldati scelti per occupare le Termopili e non permettere ai barbari di avanzare ulteriormente.

10. Raccontano che il capo dei cavalieri, allorché Annibale dopo la battaglia di Canne indugiava ad attaccare Roma, avesse esclamato: “Oh Annibale, sai vincere ma non sai avvalerti della vittoria”.

11. Cesare nei taccuini “sulla guerra di Gallia” racconta che i Germani si nutrono di latte e carne.

12. Risulta che i poeti Virgilio e Orazio fossero in amicizia con l’imperatore Augusto.

Pag. 128 n. 18 a

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Nuovo Expedite 2