Cassius
Community

Monstra maris Sirenes erant, Acheloi fluminis filiae. Plumas et pedes …

LL - Seconda Edizione

Pagina numero: 172

Versione numero: 7

Il canto ammaliatore delle Sirene

Le Sirene erano creature prodigiose del mare, figlie del fiume Acheloo. Avevano piume e piedi di uccelli e bei volti di donne, ed emettevano voci umane. Abitavano un’isola del mar Tirreno, e per mezzo della dolcezza delle voci trattenevano le navi e irretivano i marinai, che, dimentichi delle mogli e dei figli, attraccavano sull’isola. A quel punto le Sirene li punivano con una morte crudele: perciò, un gran numero di ossa giaceva da ogni parte sugli scogli dell’isola. Anche Ulisse, autore di molti inganni, ascolta le melodiose voci delle Sirene, ma con l’aiuto di Circe, la figlia del sole, evita la morte. Infatti la dea consiglia in questa maniera l’astuto eroe: Quando ti avvicinerai all’isola delle Sirene, ammorbidisci della cera con le dita e tappa le orecchie dei marinai: così non sentiranno le straordinarie voci ed eviteranno una ingiusta morte. Tu invece, legato all’albero della nave con funi robuste, ascolterai i canti delle Sirene.

Pag. 172 n. 7

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di LL - Seconda Edizione