Cassius
Community

Mirum Iter 1 - pag. 136 n. 25 → Mercurio, il messaggero degli dèi

Mirum Iter 1

Pagina numero: 136

Versione numero: 25

Mercurio, il messaggero degli dèi

Mercurio era il figlio di Maia e viveva nel cielo con tutti quanti gli dèi e le dee, e allietava con il suono della lira i banchetti degli abitanti del cielo. Tuttavia, spesso volava sulla terra: era dichiarato, infatti, messaggero degli dèi, e svolgeva senza pausa i graditi incarichi di messaggero. E così, applicava le ali al pètaso e ai calzari, e, con l’aiuto delle ali, attraverso il cielo portava rapidamente sulla terra, dalla dimora degli dèi, gli ordini degli dèi. Era considerato parimenti il dio del commercio, dell’inganno, dei sogni e dei pascoli. Gli abitanti dell’Arcadia, in particolare, erigevano per Mercurio celebri templi e molti altari; anche ad Atene, nei crocevia delle strade, sorgevano le Erme, vale a dire delle belle statue di Mercurio. Gli abitanti dell’Arcadia, ogni anno, decoravano con ghirlande le Erme, per via dei favori del dio. Inoltre con la mano destra impugnava il caduceo e guidava le anime verso i luoghi degli Inferi. Perciò gli dèi del cielo e degli Inferi apprezzavano parimenti Mercurio.

Pag. 136 n. 25

→ Mercurius Maiae filius erat et cum cunctis diis …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Mirum Iter 1