Cassius
Community

Versione | pag. 114 n. 34 → Mercurio

Lectio Levis 1

Pagina numero: 114

Versione numero: 34

Mercurio

Mercurio, messaggero degli dei, sbrigava diversi compiti per gli dei e per le dee: spesso coi calzari alati e col petaso andava sulla terra, dove, con grande eloquenza, rendeva noti gli ordini degli dei beati: induceva agevolmente all’obbedienza gli animi degli uomini e delle donne; pertanto Mercurio era salutato dai popoli della terra come il dio dell’eloquenza. Per il resto i compiti di Mercurio erano innumerevoli; a volte, a causa delle troppe ed ininterrotte fatiche, il dio, con amarezza, innalzava lamenti in tal modo: In cielo imbandisco la mensa per gli dei, offro ghirlande profumate agli dei superni, servo vini dolci come nettare insieme a schiavi scelti e, dopo il pasto, spazzo e pulisco con cura; oltre a ciò, durante il banchetto, suono la cetra per il diletto perpetuo degli dei. Sulla terra, poi, non sono soltanto il dio del commercio, dell’operosità e dei furti, ma conduco anche le anime dei morti agli Inferi. O Maia, o mia ingiusta madre, perché generavi tuo figlio a una vita tanto dura e faticosa?”.

Pag. 114 n. 34

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Lectio Levis 1