Cassius
Community

ALIAS - pag. 269 n. 5 →

ALIAS

Pagina numero: 269

Esercizio numero: 5

1. I medici curano i soldati che sono stati feriti.
2. Agli uomini armati si oppongono non un muro e neppure una trincea, bensì uomini armati.
3. I nostri soldati difesero il console ferito dai nemici.
4. Epaminonda, dopo che era stato trafitto da una lancia, venne disarcionato dal cavallo.
5. Sebbene affondata, la verità emerge.
6. Cesare mise in catene e condusse a Roma i comandanti dei nemici catturati nella battaglia.
7. Pochi amano la virtù, sebbene essa sia lodata da tutti.
8. I muri delle città saccheggiate vennero abbattuti.
9. Pompeo si salvò grazie ad una fuga notturna attraverso l’imbocco del porto assediato.
10. Il Senato, colpito da timore (quindi: “sbigottito”), manda un portavoce in Africa.
11. I fanciulli Spartiati non si lamentano, sebbene lacerati dal dolore delle frustate.
12. Invitato da te, spiegai brevemente queste cose.
13. Augusto riparò i templi sacri rovinati dalla vecchiaia o dall’incendio.
14. Mentre il leone giaceva stremato dagli anni e abbandonato dalle forze, emettendo l’ultimo respiro, arrivò presso di lui un cinghiale dalle zanne micidiali e, con un colpo, vendicò una vecchia offesa.
15. Metello Numidico, cacciato dalla patria dalla fazione popolare, si ritirò in Asia.

Pag. 269 n. 5

→ Medici milites vulneratos curant. Non murus nec vallum, sed armati …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
ALIAS