Cassius
Community

Me ut sibi essem legatus Caesar rogavit. Tempus erat ut vigiliae apud castra …

Il Tantucci Plus 1

Pagina numero: 392

Esercizio numero: 23

1. Cesare mi chiese di essere portavoce per lui (ossia: “mi chiese di fargli da ambasciatore”).
2. Era il momento che le sentinelle fossero disposte presso l’accampamento.
3. Dal senato venne deciso che tutti i giovani venissero richiamati a Roma.
4. Presso il popolo Romano la consuetudine era questa, che esso rafforzasse gli amici e gli alleati leali in fatto di posizione, importanza, prestigio.
5. Che da parte di tutti ci si impegni affinché lo Stato non subisca danno.
6. Cesare stabilì che non venisse lasciato neppure un attimo ai nemici, e ordinò che tutte le cose venissero preparate per l’attacco.
7. Le leggi ci impongono di ubbidire ai magistrati.
8. La filosofia è tanto lontana dall’essere elogiata, che, trascurata dai più, da molti è addirittura biasimata.

Pag. 392 n. 23

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Tantucci Plus 1