Cassius
Community

Marcus Petronius, eiusdem legionis centurio, cum portam …

Il Tantucci Plus 2

Pagina numero: 14

Versione numero: 26

L’esempio del centurione Petronio

Marco Petronio, centurione della medesima legione, dopo aver cercato di abbattere la porta, sopraffatto dalla massa (dei nemici), e disperando per sé, poiché aveva già ricevuto molte ferite, disse ai soldati del proprio manipolo, che lo avevano seguito: Poiché non posso salvare me insieme a voi, per lo meno provvederò alla vita di voi che, spinto dal desiderio di gloria, ho condotto nel pericolo. Voi, essendovi stata data la possibilità, pensate alla vostra salvezza. Nello stesso tempo si precipitò in mezzo ai nemici, e dopo averne uccisi due, respinse un poco dalla porta i rimanenti. Ai suoi, che tentavano di essere d’aiuto, disse: Tentate inutilmente di soccorrere la vita di me, che ormai il vigore e le forze abbandonano. Quindi allontanatevi, finché c’è la possibilità, e mettetevi in salvo presso la legione. Così, combattendo, morì poco dopo, e fu di salvezza ai suoi.

Versione tratta da: Cesare