Cassius
Community

LL - Seconda Edizione - pag. 299 n. 10 → Le incertezze di Giugurta

LL - Seconda Edizione

Pagina numero: 299

Versione numero: 10

Le incertezze di Giugurta

Giugurta, una volta persi gli amici, i più dei quali erano stati assassinati da lui stesso, e tutti gli altri, per timore, avevano cercato rifugio presso i Romani o presso il re Bocco, poiché non poteva mandare avanti la guerra senza aiutanti, se ne stava volubile e incerto. Nessuna decisione gli piaceva abbastanza: di giorno in giorno cambiava i comandanti e i percorsi; si dirigeva ora contro i nemici, ora nei deserti; riponeva la speranza nella fuga e, un attimo dopo, nelle armi; in tal modo, ovunque si era indirizzato, le circostanze erano contrarie. Ma, nel mezzo di quegli indugi, improvvisamente Metello apparve (letteralmente: “si fece vedere, si mostrò”) con l’esercito. I Numidi vennero immediatamente preparati e schierati da Giugurta, e la battaglia ha inizio.

Versione tratta da: Sallustio

Pag. 299 n. 10

→ Iugurtha, amissis amicis, quorum plerique ab ipso …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
LL - Seconda Edizione