Cassius
Community

Ita me di amant, ut bonos mihi exitus in omnibus rebus semper concesserint. Hostium spoliarum tanta copia fuit, ut non Iovis Maximi templum …

Il Tantucci Plus 1

Pagina numero: 417

Esercizio numero: 4

1. Gli dèi mi amano al punto che in tutte le cose mi hanno sempre concesso buone riuscite.
2. L’abbondanza delle spoglie dei nemici fu tanto grande che con esse non si ornava solamente il tempio di Giove Massimo e il Foro, ma (inoltre) i santuari degli alleati e delle colonie limitrofe.
3. Catilina ed Antonio, anche se la loro vita era indecorosa, ebbero amici, affiliati e alleati tanto innumerevoli, da costituire una minaccia per lo Stato (lett.: costrutto del doppio dativo → “da essere di pericolo per lo Stato”).
4. Tiberio denigrò Germanico fino al punto che sminuì come superflue anche le più illustri imprese di lui e che biasimava come dannose per lo Stato delle vittorie gloriose.
5. Dopo che Clito era stato ucciso, era sorta la disperazione del re Alessandro, grande al punto che egli si tratteneva a stento dalle lacrime.
6. Nell’Egitto ci sono laghi stagnanti che solo salati al punto che hanno sopra di sé (ossia: “che hanno sulla loro superficie”) sale solidificato.

Pag. 417 n. 4

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Tantucci Plus 1