Cassius
Community

Iphicrates Atheniensis multos exercitus duxit multaque bella confecit, sed multo notior est militari disciplina quam rerum gestarum magnitudine …

La Lingua delle Radici 1

Pagina numero: 276

Versione numero: 7

Un abile riformatore e stratega

L’Ateniese Ificrate guidò molti eserciti e portò a termine molte guerre, ma è assai più noto per l’arte militare che per la grandezza delle imprese. Infatti fu espertissimo di pratica militare e rinnovò il combattimento terrestre, modificando le armi. E infatti diede ai soldati la pelta al posto dello scudo, raddoppiò la misura della lancia, rese più lunghe le spade. Inoltre volle che i soldati avessero corazze di tela, non di bronzo, affinché fossero agilissimi e speditissimi per le manovre e gli assalti. Narrano poi che Ificrate fu un generale rigidissimo e severissimo e che in Grecia, grazie alla sua guida, mai vi furono truppe più addestrate e più obbedienti. Istruì i fanti di ogni disciplina e si adoperò affinché, quando fosse stato dato dal generale il segnale di battaglia, essi si disponessero ordinati e schierati senza l’intervento del generale. Con un esercito tanto straordinario quanto esperto, Ificrate vinse i Traci e annientò la famosissimo corpo scelto di fanteria degli Spartani.

Versione tratta da: Cornelio Nepote

Pag. 276 n. 7

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di La Lingua delle Radici 1