Cassius
Community

Versione | pag. 276 n. 7 → Un abile riformatore e stratega

La Lingua delle Radici 1

Pagina numero: 276

Versione numero: 7

Un abile riformatore e stratega

L’Ateniese Ificrate guidò molti eserciti e portò a termine molte guerre, ma è assai più noto per l’arte militare che per la grandezza delle imprese. Infatti fu espertissimo di pratica militare e rinnovò il combattimento terrestre, modificando le armi. E infatti diede ai soldati la pelta al posto dello scudo, raddoppiò la misura della lancia, rese più lunghe le spade. Inoltre volle che i soldati avessero corazze di tela, non di bronzo, affinché fossero agilissimi e speditissimi per le manovre e gli assalti. Narrano poi che Ificrate fu un generale rigidissimo e severissimo e che in Grecia, grazie alla sua guida, mai vi furono truppe più addestrate e più obbedienti. Istruì i fanti di ogni disciplina e si adoperò affinché, quando fosse stato dato dal generale il segnale di battaglia, essi si disponessero ordinati e schierati senza l’intervento del generale. Con un esercito tanto straordinario quanto esperto, Ificrate vinse i Traci e annientò la famosissimo corpo scelto di fanteria degli Spartani.

Versione tratta da: Cornelio Nepote
Pag. 276 n. 7

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di La Lingua delle Radici 1

Il nostro sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Questa operazione non può avvenire se non col tuo consenso, perciò è necessario che tu impieghi qualche attimo del tuo tempo per prendere visione della nostra Cookie Policy e dirci se ne accetti le condizioni. → Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi