Cassius
Community

Versione | pag. 381 n. 107 → Vittoria di Ottaviano su Antonio e Cleopatra

Il Nuovo Expedite 1

Pagina numero: 381

Versione numero: 107

Vittoria di Ottaviano su Antonio e Cleopatra

Dopo che Cesare fu ucciso, ripresero le guerre civili. Dopo che Bruto e Cassio, assassini di Cesare, furono stati sconfitti presso Filippi, Ottaviano Augusto ed Antonio si spartirono tra loro lo Stato. In seguito Sesto Pompeo ruppe la pace e, sconfitto in una battaglia navale, mentre fuggiva in Asia fu ucciso. Antonio che governava l’Asia e l’Oriente, ripudiata la sorella di Cesare Augusto, sposò Cleopatra, regina dell’Egitto. Anche Antonio combatté contro i Persiani. Nelle prime battaglie li vinse, tuttavia mentre ritornava soffrì per la fame e per una epidemia e, poiché i Parti incalzavano Antonio che fuggiva, egli stesso si ritirò come se fosse stato sconfitto. Anche Antonio provocò una grande guerra civile, sotto l’influenza dalla moglie Cleopatra, regina dell’Egitto, la quale, per ambizione femminile, desiderava regnare anche a Roma. Fu battuto da Augusto in una battaglia navale celebre e importante, presso Azio, luogo che si trova nell’Epiro; in seguito fuggì in Egitto e persa ogni speranza nelle circostanze, poichè tutti passavano dalla parte di Augusto, si uccise egli stesso. Cleopatra avvicinò a sé un Aspide e fu uccisa dal suo veleno. L’Egitto fu annesso all’impero Romano da Ottaviano Augusto e ne fu posto a capo C. Cornelio Gallo.

Pag. 381 n. 107

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Nuovo Expedite 1

Il nostro sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Questa operazione non può avvenire se non col tuo consenso, perciò è necessario che tu impieghi qualche attimo del tuo tempo per prendere visione della nostra Cookie Policy e dirci se ne accetti le condizioni. → Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi