Cassius
Community

Versione | pag. 363 n. 103 → I cesaricidi sono puniti

Mirum Iter 1

Pagina numero: 363

Versione numero: 103

I cesaricidi sono puniti

Nel frattempo Bruto e Cassio, gli assassini di Cesare, scatenarono una grande guerra. Infatti, attraverso la Macedonia e attraverso l’Oriente, c’erano molti eserciti dei quali si erano impadroniti. Cesare Ottaviano Augusto e M. Antonio, dunque, marciarono contro di loro; Lepido era rimasto in Italia. Combatterono contro di loro presso Filippi, città della Macedonia. Nella prima battaglia Antonio e Cesare (Ottaviano) furono sconfitti, morì tuttavia il capo della nobiltà Cassio; nella seconda battaglia vinsero e uccisero Bruto e una incalcolabile nobiltà che aveva combattuto la guerra insieme a quelli. Ebbene, lo Stato fu spartito tra loro in questo modo: Augusto ottenne le Spagne, le Gallie e l’Italia, Antonio l’Asia, il Ponto e l’Oriente. In Italia, però, il console L. Antonio, fratello di colui che aveva lottato insieme a Cesare (Ottaviano) contro Bruto e Cassio, provocò una guerra civile. Quello fu vinto e catturato presso Perugia, un città dell’Etruria, ma non fu ucciso.

Versione tratta da: Eutropio
Pag. 363 n. 103

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Mirum Iter 1