Cassius
Community

Repetita 1 - pag. 122 n. 5 → Il pericolo di una frequentazione eccessiva della folla

Repetita 1

Pagina numero: 122

Versione numero: 5

Il pericolo di una frequentazione eccessiva della folla

La frequentazione della massa (lett.: “dei molti”) è nociva. Davvero nulla è tanto dannoso per i buoni costumi quanto assistere a un qualche spettacolo: proprio allora, attraverso il diletto, si insinuano i vizi. Torno più avido, più ambizioso, più dissoluto, anzi persino più crudele e più inumano, poiché sono stato in mezzo agli uomini. Per caso sono capitato ad uno spettacolo pomeridiano, aspettandomi giochi e burle: è il contrario. Sono meri omicidi: esposti al colpo con gli interi corpi, non vengono mai invano alle mani. Di mattina gli uomini sono dati in pasto ai leoni e agli orsi, di pomeriggio ai loro spettatori.

Versione tratta da: Seneca

Pag. 122 n. 5

→ Inimica est multorum conversatio. Nihil vero tam …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Repetita 1