Cassius
Community

Esercizio | pag. 362 n. 15 →

Mirum Iter 1

Pagina numero: 362

Esercizio numero: 15

1. Nell’oratore, spesso, l’imitazione dei sentimenti produce ciò che i veri sentimenti non hanno prodotto.
2. Coloro che sono stati indotti all’amicizia dai casi fortunati degli amici, non appena che la buona sorte è venuta meno, si dileguano tutti.
3. Il pretore Quintilio si dirige verso la cavalleria insieme al figlio, un giovane laborioso che aveva il prenome di Marco.
4. Della lettera di Balbo avevo capito poche parole, alle quali risposi: Non ho capito ciò che hai scritto.
5. Quando i cavalieri degli alleati si erano fermati di fronte ai Numidi la battaglia ormai era stata ingaggiata anche dall’ala sinistra dei Romani (ossia: “dall’ala sinistra rispetto allo schieramento Romano”).
6. Una matrona di Efeso, dolente perché il marito era morto, fu un autentico esempio di pudicizia e di amore: ella sorvegliava assiduamente e piangeva copiosamente il cadavere che, secondo l’usanza Greca, era stato collocato in una tomba sotterranea.
7. Sul medesimo uomo sul quale piomba la malattia, piomba anche il timore.
8. Oggi il mio schiavo non avrà mai pace prima di aver portato a termine ciò che desidera.
9. La saggezza è il bene perfetto della mente umana; la filosofia è l’amore e la ricerca della saggezza: questa tende là, dove quella è giunta.
10. L’animo spietato di Catilina era tormentato ogni giorno di più dalla scarsità del patrimonio familiare e dalla consapevolezza dei crimini, che egli aveva accresciuto con quei sistemi che ho ricordato in precedenza.

Pag. 362 n. 15

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Mirum Iter 1