Cassius
Community

Lectio Levis 1 - pag. 149 n. 19 → Enea nel Lazio

Lectio Levis 1

Pagina numero: 149

Versione numero: 19

Enea nel Lazio

Nel Lazio, così come ordinavano all’uomo devoto i responsi degli dei, in primo luogo Enea va in cerca di fidi alleati tra i Latini: si dirige a Laurento e giunge al cospetto del re Latino, che promette in matrimonio ad Enea Lavinia, sua figlia, già fidanzata di Turno, re dei Rotuli. Ma Turno, molto adirato, dichiara guerra ai Troiani insieme agli altri popoli del Lazio. I soli Arcadi, che abitavano la città di Pallanteo sul Palatino, associano le proprie armi alle truppe Troiane. Per molti anni si combatte un’aspra guerra; tra i Troiani e tra i Latini perdono la vita in battaglia uomini illustri, giovinetti valorosi. Da ultimo, gli dei affidano l’esito della guerra a Turno e ad Enea: infatti Enea scende a duello contro Turno. Turno in verità viene ucciso da Enea sotto gli occhi dei Rotuli. Dopo la vittoria, Enea sposa Lavinia e fonda la città di Lavinio. Da allora in poi Latini e Troiani, sotto il governo di Enea, saranno un unico popolo. Ascanio invece non resterà a Lavinio: su suggerimento dell’oracolo fonderà nel Lazio Alba Longa, futura patria di Romolo e Remo.

Pag. 149 n. 19

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Lectio Levis 1