Cassius
Community

Il Nuovo Expedite 1 - pag. 276 n. 73 → Il dio Giano

Il Nuovo Expedite 1

Pagina numero: 276

Versione numero: 73

Il dio Giano

Giano è reputato dagli scrittori Romani un antico dio dell’Italia. Infatti Giano, come tramandano gli scrittori, per primo diede ai Romani i riti sacri. Egli presiedeva agli esordi di tutte le attività, motivo per cui il primo mese dell’anno fu chiamato Gennaio e fu sacro al dio. Gli scultori e i pittori Romani rappresentavano Giano bifronte, cioè con una doppio volto, perchè con un volto guardava indietro le cose passate, con l’altro scorgeva le cose future. Inoltre Giano era rappresentato con uno scettro nella mano destra, e con una chiave nella mano sinistra, poichè sotto la sua protezione c’erano le porte della città e delle case, attraverso cui gli uomini entravano nelle città e nelle case, ed esse prendevano il nome dal dio. A Roma il tempio di Giano si trovava presso il monte Campidoglio: le porte del tempio venivano aperte in tempo di guerra, venivano chiuse, invece, in tempo di pace. Anche il monte Gianicolo, che sorge al di là del ponte Sublicio presso il Tevere, prende il nome da Giano.

Pag. 276 n. 73

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Il Nuovo Expedite 1