Cassius
Community

Il Nuovo Latino a Colori 1 - pag. 214 n. 19 → La guerra tra Romani e Sanniti

Il Nuovo Latino a Colori 1

Pagina numero: 214

Versione numero: 19

La guerra tra Romani e Sanniti

Era già condotta dai Romani una guerra lunga e dalle alterne fasi contro i Sanniti, che sono posti al centro tra il Piceno, la Campania e l’Apulia. L. Papirio Cursore andò in guerra con la carica di dittatore, poi però ritornò a Roma. Quinto Fabio Massimo, comandante di cavalleria, che L. Papirio Cursore aveva lasciato presso le truppe romane, combatté per molti mesi con esito felice, e annientò i Sanniti. Successivamente, i Sanniti vinsero e soggiogarono i Romani con grande disonore. Quindi i Sanniti vennero sconfitti dal console L. Papirio in un tremendo scontro; per primo, Papirio trionfò sui Sanniti. I Sanniti, però, avevano rinnovato la guerra e sconfissero Quinto Fabio Massimo. Pochi anni dopo Fabio Massimo cinse d’assedio le città dei Sanniti e portò a Roma numerosi prigionieri. In seguito, i consoli P. Cornelio Rufino e Manio Curio Dentato, inviati contro i Sanniti, vinsero definitivamente con battaglie di disumana crudeltà: da allora in poi le strade furono sicure, ma la potenza e la ferocia dei Sanniti avevano sfiancato il valore romano, e a quell’epoca Roma, per la prima volta, temette la disfatta del proprio popolo. Nel frattempo, il censore Ap. Claudio fece portare dentro (sott.: Roma) l’acquedotto Claudio, e fece aprire la via Appia.

Versione tratta da: Eutropio

Pag. 214 n. 19

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Il Nuovo Latino a Colori 1