Cassius
Community

Esercizio | pag. 316 n. 13 →

Grammatica Picta 1

Pagina numero: 316

Esercizio numero: 13

1. I nemici, anche disperando della salvezza (lett.: “anche alla fine della speranza di salvezza”), dimostrarono un valore tanto grande che i (soldati) più vicini salivano su quelli che giacevano a terra e combattevano da sopra ai loro cadaveri.
2. Accadde che, in una sola notte, venissero abbattute tutte le Erme che si trovavano nella città di Atene.
3. Ormai era vicino che (ossia: “Ormai mancava poco che”) neppure l’autorità dei consoli frenasse i rancori degli uomini.
4. Il freddo fu tanto che Appio fu costretto a lasciarci andare.
5. Non sono così sciocco da dire codesta cosa.
6. Amilcare non solo allontanò i nemici dalle mura di Cartagine, ma li respinse anche in modo tale che, bloccati nelle gole della zona, molti morivano per la fame.
7. La scelleratezza non congiurerà mai contro le virtù ad un punto tale che il nome della filosofia non rimanga venerabile e sacro.
8. Non aiuta vedere tutte le cose, ascoltare tutte le cose. Non vuoi essere collerico? Non essere curioso!
9. Ai Pompeiani venne una sicurezza tanto grande ed un coraggio tanto grande, che non riflettevano sulla strategia della guerra.
10. Epaminonda fu anche facondo, al punto che, in fatto di eloquenza, nessun Tebano era pari a lui.

Pag. 316 n. 13

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Grammatica Picta 1