Cassius
Community

Versione | pag. 452 n. 82 → Non siamo mai contenti di ciò che abbiamo

Lingua e Cultura Latina 1 Edizione Gialla

Pagina numero: 452

Versione numero: 82

Non siamo mai contenti di ciò che abbiamo

Un certo uomo, mentre passava attraverso il Foro, vide un fanciullo, che piangeva con grande disperazione; si avvicinò a lui per conoscere la ragione di un dolore tanto grande, e chiese al fanciullo: Perché sei così disperato e versi tante lacrime da commuovere persino le pietre? Il fanciullo rispose tra le lacrime: Ho perso una moneta che mia madre mi ha dato poco fa. Allora l’uomo generoso disse: Non piangere, asciugati le lacrime, perché io ti donerò una seconda moneta. E dette un soldo al fanciullo. Il fanciullo prese il soldo, e, dapprima rese grazie allegro al passante, ma subito dopo cominciò a piangere di nuovo. Allora l’uomo chiese meravigliato: Perché piangi di nuovo? Rispose il fanciullo: Piango perché, se non avessi perduto il mio soldo, ora ne avrei due!

Pag. 452 n. 82

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Lingua e Cultura Latina 1 Edizione Gialla