Cassius
Community

Versione | pag. 370 n. 11 → Le prime fasi della Seconda guerra punica (2)

Grammatica Picta 1

Pagina numero: 370

Versione numero: 11

Le prime fasi della Seconda guerra punica (2)

Annibale, lasciato in Spagna il fratello Asdrubale, valicò i Pirenei. Rese per sé praticabili le Alpi (ossia: “Si aprì una strada attraverso le Alpi”), fino a quel momento, quanto a quel tratto, impraticabili. Nel frattempo molti Liguri e Galli, che avevano in odio l’egemonia Romana e che speravano che l’arrivo dei Cartaginesi avrebbe giovato alla loro libertà, si unirono ad Annibale. Sempronio Gracco, saputo l’arrivo di Annibale in Italia, dalla Sicilia trasferì l’esercito a Rimini. P. Cornelio Scipione avanzò per primo contro Annibale. Ingaggiata la battaglia, dopo che i suoi furono stati messi in fuga, egli ritornò ferito all’accampamento. Sempronio Gracco, da parte sua, si scontrò (→ presente storico) presso il fiume Trebbia. Anche lui venne sconfitto (→ presente storico), ma sopravvisse. Molti, in Italia, si consegnarono ad Annibale. Mentre, da lì, Annibale si dirigeva verso l’Etruria, si imbatté nel console Flaminio. Uccise Flaminio in persona; un’enorme parte dei Romani venne uccisa, tutti gli altri si dispersero.

Versione tratta da: Eutropio
Pag. 370 n. 11

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Grammatica Picta 1