Cassius
Community

Versione | pag. 285 n. 5 → Prima e dopo la battaglia di Zama

LL - Seconda Edizione

Pagina numero: 285

Versione numero: 5

Prima e dopo la battaglia di Zama

Annibale, senza che fosse mai stato sconfitto, dall’Italia fu richiamato in Africa, e condusse la guerra contro Publio Scipione, figlio di quello Scipione che egli stesso aveva messo in fuga nei pressi del Rodano, del Po e del Trebbia. Contro costui, poiché erano ormai prosciugate le risorse della patria, avrebbe voluto interrompere temporaneamente la guerra e combattere successivamente, da più forte. Si incontrò per un colloquio con Scipione, ma non pattuirono le condizioni. Dopo quell’episodio combatté contro di lui nei pressi di Zama: fu respinto per due giorni e per due notti, e alla fine arrivò ad Adrumeto. Durante questa fuga, i Numidi, che erano scappati dalla battaglia insieme con lui, gli tesero un’imboscata (ossia: “gli fecero un attentato”); non soltanto li eluse, ma in più li sterminò. Ad Adrumeto radunò quelli che rimanevano dalla fuga e, con nuovi reclutamenti, in pochi giorni raccolse molti (uomini).

Versione tratta da: Cornelio Nepote
Pag. 285 n. 5

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di LL - Seconda Edizione