Cassius
Community

Esercizio | pag. 415 n. 13 →

Verba Manent 1

Pagina numero: 415

Esercizio numero: 13

1. La gloria di cui godono gli uomini è futile ed effimera.
2. Catone il Censore adempì sempre scrupolosamente al proprio compito.
3. Milziade era giunto nel Chersoneso, e, in breve tempo, si era impadronito dell’intera regione.
4. Marco era mio intimo amico.
5. Spesso gli uomini non sanno impiegare correttamente la ricchezza.
6. La città godeva di una pace duratura.
7. Chi si avvale della natura come guida, non sbaglia mai.
8. Cesare aveva usato pietà nei confronti degli sventurati e dei supplici.
9. Annibale impiegò lo Spartano Sosilo come maestro di letteratura Greca.
10. Cesare, dopo che si fu impadronito di Alessandria, consegnò il regno a Cleopatra, la sorella di Tolomeo.
11. Gli dèi non si nutrono né di cibo, né di bevande.
12. Sono intimo amico del medico Asclapone, e la sua frequentazione per me è piacevole.
13. Immediatamente le coorti sferrano l’attacco da tutte le direzioni, e si impadroniscono di un grande bottino.
14. Vogliamo godere della pace.
15. Vince per sempre (ossia: “vince in maniera definitiva”) colui che si avvale della clemenza.
16. Coloro che vogliono godere di una pace duratura, devono essere addestrati alla guerra.
17. Sai vincere, o Annibale, (ma) non sai sfruttare la vittoria.
18. Fino a che punto, insomma, o Catilina, abuserai della nostra pazienza?
19. La vita di cui godiamo è breve.
20. I Numidi si nutrivano per lo più di latte e di carne di animali selvatici.

Pag. 415 n. 13

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Verba Manent 1