Cassius
Community

Fata mirum in modum multos viros tulerunt. Cum Aeschylus poeta in Siciliae urbe vitam degeret, e moenibus excessit …

La Lingua delle Radici 1

Pagina numero: 241

Versione numero: 5

Morti singolari

Le Parche eliminarono molti uomini in modo singolare. Quando il poeta Eschilo trascorreva la vita in una città della Sicilia, si allontanò dalle mura, per sedere in un luogo soleggiato. Ma un’aquila, che trasportava una tartaruga, ingannata dalla lucentezza del capo del poeta, era infatti calvo, sbatté la tartaruga su di lui, credendo che la testa fosse una pietra. Eschilo fu ucciso dal colpo violento. Dicono anche che Omero perse la vita nell’isola di Io per una causa non comune. Poiché non aveva sopportato di non aver risolto un quesito proposto dai pescatori, fu consumato dal dolore.

Versione tratta da: Valerio Massimo

Pag. 241 n. 5

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di La Lingua delle Radici 1