Cassius
Community

Ex montibus nix proluit pontesque quos C. Fannius fecerat uno die interrupit: quae res magnas difficultates exercitui Caesaris praebuit. Cum Thetis Peleo nuberet …

Il Tantucci Plus 1

Pagina numero: 427

Esercizio numero: 13

1. La neve defluì dalle montagne e durante un giorno interruppe i ponti che Gaio Fannio aveva realizzato: questa cosa procurò grandi difficoltà all’esercito di Cesare.
2. Quando Teti sposò Peleo, convocò per un banchetto tutti gli dèi, esclusa Eride; costei, successivamente, dopo che fu sopraggiunta, poiché non veniva fatta entrare, dalla porta lanciò nel mezzo una mela d’oro, affinché suscitasse la discordia tra le dèe.
3. I Romani conquistarono la rocca; e mentre da costoro venivano uccisi i guardiani, la restante massa, sopraffatta dalla paura inattesa, si arrese.
4. Marcello inviò contro il nemico tutte le turme dei cavalieri Latini. Dopo che il loro primo e il secondo assalto ebbe spinto indietro il nemico, anche la rimanente schiera Romana, confortata, oppose resistenza, e i Galli non sostennero ulteriormente la lotta.
5. Dopo che dai cavalieri è stato ingaggiato lo scontro, da lontano vengono avvistate le insegne di due legioni; C. Fabio aveva inviato queste (legioni) in soccorso ai nostri.
6. Non solamente i Cartaginesi, che controllavano la regione, ma anche i Bruzi attaccavano i Petelini, i quali, unici tra i Bruzi, erano rimasti nell’alleanza Romana: dal momento non potevano opporsi a questi mali, essi inviarono degli ambasciatori a Roma per chiedere una protezione.

Pag. 427 n. 13

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Tantucci Plus 1