Cassius
Community

Versione | pag. 277 n. 12 → La tirannide ad Atene

Grammatica Picta 1

Pagina numero: 277

Versione numero: 12

La tirannide ad Atene

Mentre a Roma regnava Tarquinio Prisco, Solone, annoverato dagli storici nel gruppo dei Sette Saggi, scrisse le leggi per gli Ateniesi; poi, dopo che Solone andò via dalla patria di sua spontanea volontà, Pisistrato assunse il governo di Atene. Pisistrato, anche se era un tiranno, prestò alla propria patria molti benefici: infatti vinse molte guerre, e riguadagnò ad Atene isole e città precedentemente sottratte dai nemici; inoltre rese la città magnifica per mezzo di begli edifici e templi, facendo venire dall’Asia illustri artisti ed architetti. Gli Ateniesi, pur essendo stati privati della libertà, tuttavia non giudicarono spiacevole la dominazione di Pisistrato. Dopo Pisistrato, fu tiranno il figlio Ipparco, insieme al fratello Ippia. Ma, poiché i figli di Pisistrato opprimevano Atene con scellerata crudeltà, due giovani, Armodio e Aristogitone, fecero una congiura e decretarono la morte di quelli. Dopo essere stati chiamati dai loro concittadini “i Tirannicidi”, i giovani, in seguito, vennero celebrati ogni anno in giorni di festa con grandi lodi.

Pag. 277 n. 12

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Grammatica Picta 1