Cassius
Community

Dignus sum qui lauder a vobis. Metelli filius in provincia non puer est …

Latino ad hoc 2

Pagina numero: 230

Esercizio numero: 22

1. Sono degno di essere elogiato da voi.

2. Il figlio di Metello, nella provincia, non è un bambino, ma un giovinetto morigerato e bravo, degno di quella posizione e di quel nome.

3. Ci hai considerati degni di averci come alleati.

4. Quale uomo infatti ci fu mai, non soltanto libero, ma anche schiavo, degno della libertà, al quale non stesse a cuore la nostra salvezza?

5. Ritengo che voi non siate degni di comandare le schiere nel mio esercito.

6. Quinto, nel viaggio che fece insieme a me da Formia a Roma, ha utilizzato accuratamente molte parole, affinché io garantissi a te che egli sarà un uomo degno sia di te, sia di noi.

7. O carissimo Servio, conoscerai un uomo decoroso e rispettoso, e degno di essere apprezzato da te.

8. Tu ci hai giudicati degni di avvalerci di una giusta legge.

9. Ti chiedo: coloro che intercedevano erano forse indegni di ottenere, oppure non ti muoveva a compassione colui in favore del quale intercedevano, o ancora ti sembrava ingiusta la cosa in sé?

10. Confesso di essermi addossato un grande peso, e tuttavia veramente degno del fatto che io concentri su di esso tutte le forze della mia età.

Pag. 230 n. 22

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Latino ad hoc 2