Cassius
Community

Esercizio | pag. 309 n. 21 →

Il Nuovo Latino a Colori 1

Pagina numero: 309

Esercizio numero: 21

1. La dea Diana, affaticata in estate a causa della caccia ininterrotta, arrivò alla sorgente che si chiama Partenio, in una valle estremamente ombrosa che si chiama Gergafia.
2. I più civilizzati tra tutti i Britanni sono quelli che abitano il Canzio (Kent), che è una regione interamente (lett: “tutta”) costiera.
3. Dopo che Edipo, figlio di Laio, pervenne all’età dell’adolescenza, era il più vigoroso di tutti gli altri.
4. Scipione Africano assediò Numanzia e richiamò l’esercito, traviato dalla sregolatezza e dall’amore per il lusso, alla rigidissima disciplina del servizio militare.
5. Cosconio e Lucano sconfissero i Sanniti, uccisero Mario Egnazio, il più illustre dei nemici, e accolsero la resa di numerose città.
6. Gli Elvezi sono bloccati da ogni parte per la conformazione naturale del luogo: da un lato dal fiume Reno, larghissimo e profondissimo, che divide la terra degli Elvezi dai Germani, dall’altro lato dall’altissimo monte Giura, che sta tra i Sequani e gli Elvezi; dal terzo lato, dal lago Lemanno e dal fiume Rodano, che divide la nostra provincia dagli Elvezi.
7. I più spietati tra tutti i Traci sono stati gli Scordisci, ma anche la furbizia si era associata alla forza.
8. Gli Ioni, partiti da Atene, conquistarono l’area più famosa della regione costiera, che ancora oggi si chiama Ionia.
9. Gli Equi ed i Volsci furono i più caparbi fra i Latini e nemici consueti, che il dittatore L. Quinzio Cincinnato assoggettò.
10. Druso soggiogò per primi gli Usipeti, poi invase i Tencteri e i Catti. Quindi, nello stesso tempo, assalì le potentissime popolazioni dei Cherusci, degli Svevi e dei Sigambri.
11. Le navi dei nemici, prontissime ed equipaggiate con ogni tipologia di armi, una volta salpate dal porto, presero posizione di fronte alle nostre.
12. Ritornato a Roma, Scipione celebrò un trionfo sontuosissimo e nobilissimo, che il senatore Q. Terenzio Culleo accompagnò col pileo in capo.
13. Combattuto in Macedonia, Sulpicio abbatté e mise in fuga il sovrano, avendo depredato la regione più opulenta del regno.
14. Giugurta, re dei Numidi, il più truffaldino dei re, attirato con l’inganno in un agguato, è consegnato nelle mani del questore Silla.

Pag. 309 n. 21

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Nuovo Latino a Colori 1