Cassius
Community

Versione | pag. 101 n. 9 → Antichi dèi romani

Lingua e Cultura Latina 1 Edizione Gialla

Pagina numero: 101

Versione numero: 9

Antichi dèi romani

Gli antichi Romani veneravano devotamente gli dei e le dee e li onoravano con cerimonie e sacrifici con grande diligenza. Giove, che abitava nell’Olimpo, era considerato il signore degli dèi. In seguito, nel novero degli dèi, c’erano Saturno Mercurio, Nettuno, Giano e Vulcano. Saturno, padre di Giove era un antico dio italiano della semina e dei campi, per questo i contadini quando seminavano i cereali, oppure aravano i campi, invocavano l’aiuto di Saturno; Mercurio era il protettore del commercio e della ricchezza e (era) il messaggero degli dèi e inoltre, come signore delle Muse, proteggeva le arti, ispirava gli animi dei poeti e alimentava le qualità degli uomini. Si trovavano sotto la protezione di Nettuno, dio delle acque, non solo il mare, ma anche i fiumi e i laghi; Giano, dio della pace e della guerra, proteggeva gli esordi di tutte le cose, per questo custodiva anche gli ingressi della città o della casa; infine Vulcano, fabbro degli dei, possedeva la sua officina sull’Etna e fabbricava armi divine e splendide.

Pag. 101 n. 9

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Lingua e Cultura Latina 1 Edizione Gialla