Cassius
Community

Repetita 1 - pag. 86 n. 9 → Demetrius rex et Menander poeta

Repetita 1

Pagina numero: 86

Versione numero: 9

Demetrius rex et Menander poeta

Il re Demetrio e il poeta Menandro. Demetrio Falereo si impadronì di Atene con un scellerata prepotenza. Come è abitudine del popolo minuto, la folla corre a gara di qua e di là e grida: Evviva! Gli stessi aristocratici acclamano l’oppressore della libertà e lamentano in segreto la triste sorte. E per ultimi si trascinano anche i pigri; tra questi, Menandro, celebre per le commedie, noto a Demetrio per via dei versi, veniva con passo effeminato e calmo. Non appena il tiranno vide Menandro nell’ultima fila, disse: Chi (è) mai quell’invertito (che) osa venire al mio cospetto? I vicini risposero: Questo è Menandro, lo scrittore. Subito Demetrio mutò: Non può esistere, disse, uomo più bello.

Versione tratta da: Fedro

Pag. 86 n. 9

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Repetita 1