Cassius
Community

Davus probus servus ab Iulio putatur. Pompeius consul cum Crasso …

La Lingua delle Radici 1

Pagina numero: 103

Esercizio numero: 3 a

1. Davo è giudicato da Giulio uno schiavo onesto.

2. Pompeo viene eletto console insieme a Crasso.

3. I Romani giudicavano la sorte cieca.

4. La filosofia può essere giustamente giudicata maestra di vita.

5. Tarquinio veniva stimato e considerato non feroce, non empio, ma superbo.

6. Mario per via del suo coraggio era considerato grande e forte.

7. Il maestro giudica Marco un fanciullo laborioso e zelante.

8. I triumviri giunsero all’improvviso e trovarono la città disabitata poiché gli abitanti erano fuggiti a causa dell’arrivo dei Galli.

9. Giulia considera Livia leale e accetta la fanciulla in amicizia.

10. Gli insegnamenti dei filosofi rendono gli uomini liberi e onesti.

11. La sorte è cieca e spesso rende ciechi gli uomini.

Pag. 103 n. 3 a

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di La Lingua delle Radici 1