Cassius
Community

Versione | pag. 222 n. 11 → La battaglia di Maratona (1)

Grammatica Picta 1

Pagina numero: 222

Versione numero: 11

La battaglia di Maratona (1)

Dario, dopo che dall’Europa fu tornato in Asia, decise di ridurre sotto la propria egemonia la Grecia, allestì una flotta di cinquecento navi, e ad essa mise a capo Dati ed Artaferne. Dario era nemico nei confronti degli Ateniesi perché, con l’aiuto di Atene, gli Ioni avevano espugnato Sardi e avevano sterminato le guarnigioni dei Persiani. Appena ebbero fatto approdare la flotta in Eubea, i generali del re conquistarono rapidamente Eretria e mandarono i prigionieri in Asia al re. Di lì, (i generali del re → soggetto sottinteso) entrarono nell’Attica, e trasferirono le loro truppe sulla pianura di Maratona. Gli Ateniesi furono agitati da un attacco tanto vicino e tanto vasto, e perciò chiesero aiuto agli Spartani. Inoltre, in patria nominano dieci pretori, e tra essi Milziade. Tra i pretori ci fu una grande disputa: il solo Milziade desiderava uscire contro i nemici e scontrarsi in battaglia: i rimanenti desideravano difendere la rocca per mezzo delle mura.

Versione tratta da: Cornelio Nepote
Pag. 222 n. 11

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Grammatica Picta 1