Cassius
Community

Versione | pag. 318 n. 2 → I Persiani attaccano la Grecia

Plane Discere 2

Pagina numero: 318

Versione numero: 2

I Persiani attaccano la Grecia

Poi Dario, dopo essere tornato dall’Europa in Asia, poiché gli amici lo esortavano a ridurre in suo potere la Grecia, allestì una flotta di cinquecento navi, e mise a capo di essa Dati e Artaferne, e a questi dette duecentomila fanti e diecimila cavalieri, adducendo come motivo il fatto che egli era nemico degli Ateniesi perché, con il loro aiuto, gli Ioni avevano espugnato Sardi e massacrato le sue guarnigioni. Quei prefetti del re, attraccata la flotta in Eubea, conquistarono velocemente Eretria, e, catturati tutti i cittadini di quella popolazione, li mandarono dal re, in Asia. Da lì entrarono in Attica e portarono le loro truppe nella pianura di Maratona. Essa dista dalla città circa diecimila passi. Gli Ateniesi, sconvolti da questa invasione tanto vicina e tanto imponente, non chiesero aiuto ad altri che agli Spartani e mandarono a Sparta il corriere Fidippo, per riferire che c’era bisogno di un aiuto il più veloce possibile. In patria, invece, nominarono (presente storico) dieci pretori, affinché stessero a capo dell’esercito, e tra loro Milziade.

Versione tratta da: Cornelio Nepote
Pag. 318 n. 2

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Plane Discere 2