Cassius
Community

Plane Discere 2 - pag. 267 n. 9 →

Plane Discere 2

Pagina numero: 267

Esercizio numero: 9

1. Quando il vincitore ha deposto le armi, è bene che anche lo sconfitto metta da parte i rancori.
2. Il tribuno della plebe Racilio chiese a me per primo un parere: dissi molte cose in merito a tutta la ferocia e alla rapacità di P. Clodio.
3. Per il mio errore mi è stata assegnata una penitenza considerevole, affinché io non soltanto mi penta della mia stupidità, ma per giunta me ne vergogni.
4. Ci farai sapere che cosa tu abbia deciso.
5. Quinto dice di essere pentito del fatto di avere offeso il tuo animo.
6. A chi di noi è ignoto quanto egli abbia arricchito la patria sia con gli scritti, sia con i fatti?
7. Quando Cesare venne informato che gli Elvezi avevano già portato al di là del fiume i tre quarti delle truppe, dopo essere partito con tre legioni dall’accampamento, giunse presso quella parte che non aveva ancora attraversato il fiume.
8. Si chiedono l’un l’altro la causa dello scompiglio.
9. La giovane non poté essere tenuta a lungo all’oscuro del tranello del giovane.
10. Ti farò sapere se andrò incontro a Cesare o se invece attenderò qui.
11. Nel frattempo Cesare chiedeva ogni giorno grano agli Edui.
12. Galba informò (presente storico) i centurioni convocati, ed ordinò loro (presente storico) che i soldati interrompessero per un po’ la battaglia.
13. A Epaminonda venne insegnato a suonare la cetra e a cantare al suono delle corde dal Tebano Dionigi.

Pag. 267 n. 9

→ Cum victor arma posuit, et victum decet deponere odia …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Plane Discere 2