Cassius
Community

LL - Seconda Edizione - pag. 209 n. 5 → Paura nell’isola di Man

LL - Seconda Edizione

Pagina numero: 209

Versione numero: 5

Paura nell’isola di Man

Quando il luogotenente Paolino ottenne la Britannia e cominciò ad invadere l’isola di Man, i soldati Romani furono sconcertati dall’incredibile singolarità dell’aspetto degli abitanti. Lo schieramento dei nemici, infatti, era fermo davanti alla spiaggia, brulicante di armi e uomini; le donne correvano di qua e di là tra gli uomini, ed esse, alla maniera delle Furie, vestite di abiti lugubri, tenevano nelle mani delle fiaccole; i druidi, tutt’intorno, emettevano suppliche di malaugurio e minacce nei confronti dei nostri. I soldati erano spaventati ed esponevano il corpo, immobile, ai colpi. Poi, grazie agli incoraggiamenti del comandante, si esortavano a non temere un esercito di donne e invasato: attaccano (signa inferre → attaccare) e abbattono i nemici che si fanno loro incontro. Dopo di ciò, agli sconfitti venne imposta una guarnigione e i boschi sacri, inviolabili per via di efferate superstizioni, vennero tagliati.

Versione tratta da: Tacito

Pag. 209 n. 5

→ Cum legatus Paulinus obtinuit Britanniam et Monam insulam invadere …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
LL - Seconda Edizione