Cassius
Community

Cum filius mihi natus est deos oravi ut filio meo mens sana in corpore sano esset. Hodie, multis transactis annis …

Il Nuovo Expedite 1

Pagina numero: 345

Versione numero: 94

Preghiere e consigli di un padre.

Quando mi è nato un figlio, ho pregato gli dei che mio figlio avesse una mente sana in un corpo sano. Oggi, trascorsi molti anni, rendo grazie agli dei dal profondo del cuore, oh mio Aulo, poiché non solo ti donarono un petto ampio, forti braccia, piedi veloci, ma anche un’intelligenza acuta e vivace. Ti esorto ad essere sempre grato agli dei per i loro doni e leale nei confronti degli amici, poiché l’amicizia per gli uomini è il bene più grande. Invece i grandi vizi, che corrompono l’animo degli uomini, sono l’ira e l’avidità. Prego gli dei, oh figlio mio, affinché io non ti veda mai adirato, poiché l’ira è malvagia e rende malvagio l’uomo. Inoltre non essere mai superbo, oh Aulo, affinché tu non sia disprezzato ed emarginato dagli altri. Poi, oh figlio mio, sii sempre giusto e buono, affinché la concordia e la pace regnino nel tuo animo e nella tua casa, infine, obbedisci alle leggi della città, per non essere un cattivo cittadino e affinché gli dei, che hanno sempre punito i cittadini che non obbediscono alle leggi, non puniscano anche te con pene severe.

Pag. 345 n. 94

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Nuovo Expedite 1