Cassius
Community

Cum Cicero emere vellet in Palatio domum et pecuniam in praesens non haberet, a P. Sulla mutua sestertium viciens …

Il Tantucci Plus 1

Pagina numero: 461

Esercizio numero: 21

1. Quando Cicerone voleva comperare una casa sul Palatino e sul momento non possedeva il denaro, ricevette da Silla un prestito di due milioni di sesterzi.
2. Mio suocero possiede alcuni campi: grazie alla mia legge li venderà a quanto vorrà.
3. I Germani, poiché temevano i supplizi e le torture dei Galli, dei quali avevano devastato le terre, dissero che volevano rimanere presso Cesare.
4. Androstene, il pretore della Tessaglia, dal momento che preferiva essere compagno di vittoria di Pompeo piuttosto che alleato di Cesare nelle circostanze sfavorevoli, manda dei messaggeri presso Pompeo, affinché gli venga in soccorso.
5. Che cos’è la saggezza? Volere sempre la medesima cosa e non volere sempre la medesima cosa.
6. Cecina non volle oppure non poté entrare al podere?

Pag. 461 n. 21

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Tantucci Plus 1