Cassius
Community

Versione | pag. 303 n. 5 → Il figlio muto di Creso

LL - 50 Lezioni di Latino

Pagina numero: 303

Versione numero: 5

Il figlio muto di Creso

Creso, il ricco re dei Lidi, ebbe due figli, uno dei quali, del tutto eccezionale per aspetto e per intelligenza, fu considerato a lungo muto: infatti era già cresciuto molto, eppure non era in grado di dire niente. Il padre tentò tutti i rimedi affinché venisse corretto questo difetto della lingua, ma nemmeno le arti dei medici giovarono. Quando però l’esercito dei Persiani espugnò la città del re, Sardi, e un certo soldato, non sapendo che quello fosse il re, sguainata la spada, assalì Creso, il giovane aprì la bocca, volendo urlare; grazie a quello sforzo e a quell’impeto, il coraggio spezzò il nodo della lingua, e il figlio di Creso iniziò a parlare distintamente e in modo chiaro, urlando contro il nemico: Non uccidere il re, o soldato! Quindi il soldato ritrasse la spada e risparmiò il re. In questo modo la morte fu allontanata dalla testa del padre per merito del figlio, che da allora, e per tutta la vita, non parlò in modo confuso, né in maniera esitante.

Versione tratta da: Gellio
Pag. 303 n. 5

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di LL - 50 Lezioni di Latino

Il nostro sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Questa operazione non può avvenire se non col tuo consenso, perciò è necessario che tu impieghi qualche attimo del tuo tempo per prendere visione della nostra Cookie Policy e dirci se ne accetti le condizioni. → Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi