Cassius
Community

LL - Seconda Edizione - pag. 255 n. 12 → Cornelia

LL - Seconda Edizione

Pagina numero: 255

Versione numero: 12

Cornelia

Cornelia era la figlia di quel celebre Scipione che, nei pressi di Zama, abbatté la potenza dei Cartaginesi, e si sposò con Sempronio Gracco, un uomo dall’antica severità, e dal grande amore nei confronti della plebe. Dopo la morte prematura del coniuge, che le aveva lasciato una figlia e due figli, Tiberio e Caio, (ella) allevò da sola i figli. Un giorno, ospite di Cornelia era una matrona Campana, la quale, ricca e superba, le mostrò i bracciali e le gemme, suoi gioielli; subito Cornelia mostrò i figli alla donna vanitosa e disse: Questi sono i miei gioielli. Sostenne sempre le aspirazioni dei figli, e dopo la loro morte luttuosa, ripeteva con calma e senza lacrime: Sacrificarono sé stessi e la loro vita in difesa della prosperità della plebe.

Pag. 255 n. 12

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
LL - Seconda Edizione