Cassius
Community

Constat eum in sua sententia perseverare. Vulpes, quae uvam capere non potuerat, dixit eam nondum …

La Lingua delle Radici 1

Pagina numero: 219

Esercizio numero: 7 a

1. Risulta che egli resti del suo parere.

2. La volpe che non aveva potuto afferrare l’uva disse che essa non era ancora matura.

3. Tutti sanno che tu hai ascoltato le parole dei saggi, le ascolti e le ascolterai sempre.

4. Era parere diffuso che la libertà della Grecia sarebbe stata restaurata dai Romani.

5. E’ noto che le leggi furono inventate per il benessere dei cittadini e la salvaguardia dei popoli.

6. Cesare scoprì che gli Svevi radunavano in un unico luogo tutte le truppe.

7. E’ opportuno stipulare la tregua con giuste condizioni.

8. E’ stato tramandato che Cicerone aveva ritrovato il sepolcro di Archimede a Siracusa.

9. Annibale, da fanciullo, giurò davanti ad un altare che egli non sarebbe mai stato in amicizia con i Romani.

10. Cesare si rese conto che i suoi soldati erano incalzati dai nemici, e resistevano a stento, e che venivano scagliate frecce da tutte le direzioni.

11. Egeo, credendo che Teseo era stato divorato dal Minotauro, si gettò in mare.

12. Credevo che questa missiva ti sarebbe stata consegnata.

13. Raccontano che Cesare fu di altissima statura, di colorito chiaro, di membra proporzionate, di occhi scuri e vividi.

14. Abbiamo sentito che Pompei, affollata città della Campania, si inabissò a causa di un terremoto.

15. Labieno giurò che egli non sarebbe tornato nell’accampamento se non da vincitore.

16. L’aruspice aveva detto a C. Mario che tutte le cose sarebbero andate a finire bene.

17. Tramite gli esploratori Cesare venne a sapere sia che il monte veniva occupato dai suoi, sia che gli Elvezii avevano spostato l’accampamento.

18. Mandarono degli ambasciatori da Cesare affinché dicessero che i Germani si erano uniti con i Belgi e che erano in armi.

Pag. 219 n. 7 a

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di La Lingua delle Radici 1