Cassius
Community

Esercizio | pag. 328 n. 9 →

LL - Seconda Edizione

Pagina numero: 328

Esercizio numero: 9

1. Codro si votò alla morte, per salvare la patria.
2. Pompeo, affinché i soldati non invadessero la città, barrica le porte.
3. Arsamese mette la Cilicia a ferro e fuoco, per fare il deserto contro il nemico (svantaggio).
4. Cesare fissava queste barche alle ancore dai quattro angoli, affinché non fossero mosse dai flutti.
5. Cesare ordinò che le porte fossero chiuse e che i soldati uscissero dalla città, affinché i cittadini non subissero qualche maltrattamento dai soldati durante la notte.
6. Dopo quella battaglia, inviarono Pausania con la flotta a Cipro, affinché scacciasse i presidi dei barbari dalle regioni.
7. Il pretore invia messaggeri a Scipione e a Pompeo, affinché gli vengano in aiuto.
8. Le navi, una volta sbarcati i soldati, furono rimandate da Cesare a Brindisi, affinché potessero essere trasportate le restanti legioni e la cavalleria.
9. Cesare mandò una lettera a Trebonio, affinché chiamasse la tredicesima legione, che svernava con il luogotenente Tito Sesto nel territorio dei Biturigi, e affinché venisse da lui con tre legioni a marce forzate.
10. Cesare ordina che Publio Crasso avanzi verso l’Aquitania con dodici coorti legionarie e con un gran numero della cavalleria, affinché da queste popolazioni non siano mandati rinforzi in Gallia e affinché popolazioni tanto grandi non si uniscano.
11. Cesare non volle che restasse libero quel luogo da dove erano andati via gli Elvezi, affinché i Germani, che abitano al di là del Reno, non passassero, per via della fertilità dei campi, dal proprio territorio al territorio degli Elvezi, e si trovassero vicini alla provincia della Gallia e agli Allobrogi.

Pag. 328 n. 9

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di LL - Seconda Edizione