Cassius
Community

Caesar, nondum hieme confecta, proximis quattuor coactis legionibus …

Latino ad hoc 2

Pagina numero: 29

Versione numero: 39

Spedizione di Cesare contro i Sènoni

Cesare, quando l’inverno non era ancora finito, dopo aver radunato le quattro legioni più vicine, raggiunse a sorpresa il territorio dei Nervii, i quali non riuscirono né a radunarsi, né a fuggire, poiché egli (Cesare), dopo aver catturato un gran numero di capi di bestiame e di uomini, e dopo aver concesso il bottino ai soldati e saccheggiato i campi, li costrinse ad arrendersi e a consegnare a lui gli ostaggi. Dopo aver portato velocemente a compimento l’operazione, aveva intenzione di riportare subito legioni nei quartieri invernali. Poiché l’assemblea della Gallia era stata indetta in Primavera, così come Cesare aveva stabilito, dal momento che erano venuti tutti gli altri ad eccezione dei Senoni, dei Carnuti e dei Treveri, ritenendo che questo fosse l’inizio della rivolta e della guerra, (Cesare, sogg.) trasferisce l’assemblea a Lutezia, nel territorio dei Parisii. I Parisii erano limitrofi ai Senoni, e avevano formato un’unica popolazione in memoria dei comuni antenati, tuttavia si riteneva che fossero stati estranei a questo complotto. Dopo aver comunicato questa notizia da un’altura, (Cesare, sogg.) parte insieme alle legioni verso il territorio dei Senoni e vi arriva con marce forzate.

Versione tratta da: Cesare

Pag. 29 n. 39

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Latino ad hoc 2