Cassius
Community

Esercizio | pag. 426 n. 6 →

Mirum Iter 1

Pagina numero: 426

Esercizio numero: 6

1. Cesare manda la cavalleria in avanscoperta, affinché veda il percorso dei nemici.
2. Andate via, affinché il re non vi senta.
3. Romolo, affinché l’estensione della città non sia inutile, offre rifugio.
4. Le rane, con grande schiamazzo, chiesero un re a Giove, affinché mettesse freno con la forza i costumi dissoluti.
5. Besso, il prefetto della regione della Battriana, trascinò con sé il re Dario, per consegnarlo ad Alessandro e occupare il trono.
6. Per questo motivo gli uomini si riunirono nelle città, affinché costituissero una comunità e una società.
7. I Fidenati, per non essere tagliati fuori dalla città dall’improvvisa scorreria degli Albani dai colli, girano le spalle e vanno via.
8. Dionigi dà a Dione un’imbarcazione trireme, affinché con essa vada via da Siracusa, e sia trasportato a Corinto.
9. Il re Pandione consegnò le proprie figlie Procne e Filomela ai re della Tracia, al fine di far alleare con sé le popolazioni barbare per mezzo della parentela.
10. Cesare, tramite dei messaggeri, mandò una lettera agli alleati, affinché non dessero agli Elvezi il grano che avevano nascosto.
11. Lo stimato poeta Arione lasciò il re di Corinto, andò via dalla Grecia e si recò in Italia, al fine di visitare le rinomate terre della Sicilia.
12. Gli Elvezi incendiano tutte le loro città, i villaggi e i rimanenti edifici isolati, bruciano tutto il grano, al fine di essere preparati a qualsiasi pericolo.

Pag. 426 n. 6

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Mirum Iter 1