Cassius
Community

Versione | pag. 284 n. 27 → Cesare sconfigge gli Svevi

Grammatica Picta 1

Pagina numero: 284

Versione numero: 27

Cesare sconfigge gli Svevi

Cesare ingaggiò la battaglia dal fianco destro, perché considerava quella parte dei nemici la meno salda. I nostri, una volta che il segnale fu stato dato, fecero accanitamente l’assalto contro i nemici. A loro volta i nemici attaccarono improvvisamente e rapidamente: e così, abbandonati i giavellotti, si combatté corpo a corpo per mezzo delle spade. Ma i Germani, formata rapidamente la falange secondo la loro abitudine, sostennero l’assalto delle spade. Si trovarono molti nostri soldati che si arrampicavano sopra la falange, e che strappavano gli scudi con le mani, e che colpivano i nemici dall’alto. Dopo che lo schieramento dei nemici, colpito dal fianco sinistro, fu stato messo in fuga, dal fianco destro gli Svevi incalzavano accanitamente il nostro schieramento per mezzo della grande massa dei loro soldati. Non appena percepì ciò, il giovane Publio Crasso, il generale dei cavalieri, inviò la terza fila ai nostri che erano in difficoltà. E così la battaglia venne riequilibrata, e tutti i nemici volsero le spalle e non cessarono di fuggire prima di essere giunti al fiume Reno.

Versione tratta da: Cesare
Pag. 284 n. 27

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Grammatica Picta 1

Il nostro sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Questa operazione non può avvenire se non col tuo consenso, perciò è necessario che tu impieghi qualche attimo del tuo tempo per prendere visione della nostra Cookie Policy e dirci se ne accetti le condizioni. → Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi