Cassius
Community

C Plinius Baebio Hispano suo salutem meminisse Svetonii Tranquilli contubernalis mei? Eius magni …

Latino ad hoc 2

Pagina numero: 214

Versione numero: 21

Intermediazione per l’acquisto di un terreno

C. Plinio saluta il suo Bebio Ispano. Ti ricordi di Svetonio Tranquillo, il mio amico? A lui interessa molto acquistare un piccolo podere che si dice venda un amico tuo. Io ti chiedo di fare in modo che egli compri al giusto prezzo. Infatti, in questa maniera, egli si rallegrerà di aver comprato ad un prezzo né irrisorio, né eccessivo. Del resto, un cattivo acquisto è sempre spiacevole, soprattutto perché sembra dimostrare al padrone la (sua) stupidità. Peraltro, molte cose, in quel podere, stuzzicano l’appetito del mio Tranquillo (ossia: “fanno gola a”), purché il prezzo piaccia: la vicinanza di Roma, la comodità della strada, la modesta dimensione della fattoria, l’estensione del terreno, tale da attirare più che respingere. Infatti, ai proprietari letterati, come è costui, è abbondantemente sufficiente una quantità di terreno tale che essi possano rilassarsi, rifarsi gli occhi, passeggiare lentamente lungo il confine, consumare il medesimo sentiero, conoscere tutte le loro pianticelle di vite, e contare gli arbusti. Quanto egli apprezzerà me, io apprezzerò te, se egli avrà comprato codesto piccolo podere, che viene raccomandato da queste caratteristiche, a condizioni così favorevoli che non resti spazio al pentimento. Ti saluto.

Versione tratta da: Plinio il Giovane

Pag. 214 n. 21

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Latino ad hoc 2