Cassius
Community

Donum Quaderno 1 - pag. 64 n. 6 → Disumana severità di un padre romano

Donum Quaderno 1

Pagina numero: 64

Versione numero: 6

Disumana severità di un padre romano

Durante la guerra latina, il console Tito Manlio Torquato aveva avvertito i soldati di non intraprendere il combattimento contro i nemici. Per caso Tito Manlio, figlio del console, tra tutti gli altri esploratori giunse al posto di guardia dei nemici. Il prefetto di cavalleria dei nemici, dopo che ebbe visto il figlio del console, lo provocò allo scontro. Allora Manlio, dato che era dimentico dell’ordine del padre, corse al duello e, poiché era valoroso e forte, uccise l’avversario. Dopo che il padre fu venuto a conoscenza di ciò, subito convocò l’assemblea e, al cospetto dell’esercito, disse: Poiché hai combattuto contro il volere del console, sconterai la pena per le tue malefatte, affinché tutti capiscano che è indispensabile ubbidire al comandante. Nel medesimo istante chiamò i littori, affinché legassero il figlio ad un palo: qui il giovane fu ucciso.

Pag. 64 n. 6

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Donum Quaderno 1