Cassius
Community

Versione | pag. 100 n. 7 → La risposta di un avvocato all'imperatore

Donum Quaderno 1

Pagina numero: 100

Versione numero: 7

La risposta di un avvocato all'imperatore

L’imperatore Bassiano Caracalla assassinò suo fratello Geta, che il popolo amava molto. A causa di questa uccisione, attirò a sé l’odio del popolo e diede l’incarico di difendere pubblicamente quel fratricidio a Papiniano, che per l’altissima conoscenza del diritto era in grande considerazione presso i Romani. Ma Papiniano rispose: È molto più facile compiere codesto delitto che difendere il medesimo. Quando un fratello uccide il fratello, la natura stessa inorridisce; infatti gli dèi puniscono con la massima pena qualunque delitto si opponga alla natura. Bassiano e Geta erano figli dei medesimi genitori: che cosa, dunque, più abominevole di questo crimine? Chi può difendere questo misfatto? Nessuno può difendere ciò che è contro natura e contro il volere degli dei. Con queste parole Papiano negò a Caracalla la propria difesa.

Pag. 100 n. 7

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Donum Quaderno 1